Category: Fantasy

Do it Nerd, tutto sui migliori cosplayer e il mondo nerd

Li abbiamo spesso sentiti nominare, cosplayer e nerd. Molte persone fanno parte di questo mondo così colorato e ricco di attività interessanti, altre stanno cercando di avvicinarsi all’ambiente ma non conoscono perfettamente il fenomeno. Qui vogliamo farvi conoscere Do it Nerd, il sito web dedicato alla creatività dei migliori cosplayer, artisti e personalità del mondo nerd, un portale dove si possono trovare non solo tantissime informazioni, ma anche curiosità e novità, perché è sempre aggiornato e ricco di interventi.

Do it Nerd, partiamo dalle definizioni

Prima di addentrarci nel discorso sul portale, è doveroso fare una piccola digressione per chi ha solo un’idea di questo meraviglioso mondo. Iniziamo con il cosplay, ovvero, impersonare il proprio personaggio (o i propri personaggi) preferito, dagli eroi degli anime, dei videogame a quelli dei manga.

Impersonare, però, non significa solamente indossarne i panni con costumi che, di regola, dovrebbero essere autoprodotti, ma anche imitarne il comportamento, impersonandolo, appunto. In diverse località, periodicamente, si tengono dei raduni e vedere questa moltitudine di colori e di personaggi che sembrano essere usciti da un mondo parallelo è davvero un’esperienza imperdibile.

Per quanto concerne i nerd, senza dilungarci troppo, al netto delle definizioni ufficiali, si tratta di persone con una spiccata attitudine verso le tecnologie, fino agli anni ’80 identificati con una descrizione del classico “secchione”, mingherlini, occhialuti, perfettini. Fortunatamente oggi questa descrizione è stata abbondantemente superata e con la parola nerd intendiamo includere anche tutte quelle persone esperte del mondo digitale, informatica, gaming.

Un sito web a tema davvero aggiornato

Ovviamente, con la crescita del fenomeno, sono nati numerosi portali a tema, dai forum agli e-commerce dove si trova un po’ di tutto per quanto concerne questo interessante mondo. Per esempio, ci sono siti dedicati dove si trovano parrucche in stile manga, ma anche videogames, o piccoli hack per ottenere vantaggi nel game, o portali specifici per lo shop degli avatar, insomma, si trova davvero di tutto.

In questo contesto, però, troviamo un portale, Do it Nerd, che si differenzia da tutti gli altri, proprio perché nasce dalla passione di chi ama il gaming. Ma la storia di questo portale è davvero curiosa. Infatti, il sito italiano, così come la pagina Facebook, nascono dall’intuizione di Ivan Cirasolo. In principio era una pagina per il gaming, ma in seguito ha iniziato a differenziarsi diventando, sia il sito che la pagina Facebook, un vero e proprio punto di riferimento per il mondo del cosplay e nerd.

Abbiamo detto che ci sono tantissimi altri portali a tema, ma abbiamo deciso di parlarvi proprio di Do it Nerd perché non solo è decisamente completo e tratta diverse tematiche, ma soprattutto perché viene aggiornato tutte le settimane con nuovi, interessantissimi, contenuti.

Cosa troverete su Do it Nerd

Ebbene, per prima cosa troverete tantissime interviste, sia scritte che video, anche in diretta, ma ci sono anche numerose curiosità e storie dei migliori cosplayer italiani e anche internazionali. Ci sono poi i racconti e gli aneddoti di fotografi, blogger, make-up artist e sviluppatori di giochi indipendenti, quindi si toccano davvero tantissime tematiche di questo caleidoscopico mondo.

La mission del portale, infatti è quella di mettere in luce creatività e talento di tutte quelle persone che riescono a dare vita a un qualcosa di davvero unico grazie alla loro passione, offrendo quindi del valore a chi ha i medesimi interessi e a chi si sta avvicinando a questo ambito.

Al centro, quindi, ci sono le persone con le loro esperienze uniche, esperienze che danno vita alle diverse rubriche che si trovano sul portale, oltre ai numerosi articoli a tema. Anche sulla pagina Facebook ci sono tantissime news, è anche andato in diretta streaming il primo contest canoro in cosplay in Italia, “La Voce del Cosplay”.

Insomma, un tuffo in questo meraviglioso mondo che puoi esplorare sul portale doitnerd.com.

Il castello del Conte Dracula: Fortezza di Poenari

La Fortezza di Poenari anche nota col nome di Castello di Poenari, di cui oggi non restano che alcune rovine, è nota per essere stata la dimora di Vlad III dalla cui atrocità nacque la leggenda di Dracula. Il Castello di Dracula è un luogo davvero suggestivo in cui si può ammirare un paesaggio davvero indimenticabile.

Si tratta di una meta obbligata ed una delle attrazioni principali di tutta la Romania, specie per gli appassionati della leggenda di Dracula.

La storia del castello

La Fortezza o Castello di Poenari, sita nel comune di Arefu, in Romania, risale al XIII secolo e pare sia appartenuto alla famiglia Basarabidi, a cui apparteneva anche il famoso re impalatore, Vlad III.

Il principe Vlad III di Valacchia, impegnato nella lotta all’eresia, discendeva da Vlad II da cui ereditò l’attributo di figlio del diavolo o del drago.

Nel medioevo, il popolo turco veniva considerato dai cristiani come il nemico e il demonio da sconfiggere, per cui la Valacchia divenne il terreno di scontro nella lotta estenuante tra il bene e il male, tra cristiani e turchi.

Il principe Vlad III vissuto nel tardo medioevo divenne noto per la ferocia con cui torturava le sue vittime e oppositori impalandoli.

Pare che lo spietato principe rumeno avesse l’abitudine di impalare non solo i nemici turchi ma pure i ladri e gli infedeli.

La dimora del principe, che sorge lungo l’antico confine tra la Valacchia e la Transilvania a circa 850 metri d’altitudine, era il luogo in cui avvenivano queste atrocità, e venne poi denominata castello di Dracula, in riferimento al sangue che veniva versato dal principe che fu di ispirazione per il famoso personaggio di Dracula.

Inoltre, Vlad fu stato l’artefice del restauro del castello, per il cui rinnovamento sfruttò la manodopera dei suoi sudditi.

Secondo la leggenda, il castello divenuto la residenza reale di Vlad, nel 1462 cadde sotto l’assedio dei turchi comandati da suo fratello Radu, per cui Vlad Tepes per sfuggire agli ottomani, trovò rifugio nelle montagne circostanti mentre la moglie si gettò da una torre nel fiume sottostante, che per questo fu chiamato il “fiume della signora“.

Dopo la morte di Vlad, il castello di Dracula ritornò al suo originario stato di abbandono ed è attualmente visitabile, 2 volte al giorno, dopo aver salito circa 1500 scalini ed attraversato un sentiero boschivo.

Le origini di Dracula

La leggenda del conte Dracula è collegata alla figura del feroce principe Vlad l’impalatore, governatore della Valacchia, che lottava con i turchi in difesa dell’indipendenza dei principati romeni.

Per cui la visione classica del conte Dracula come re delle tenebre e del male, contrasta con la visione tradizionale rumena di un principe rumeno eroicamente morto nella sua lotta contro gli invasori.

Il principe Vlad il Dracul, noto per la ferocia con cui torturava e uccideva le sue vittime, ha ispirato la fantasia di numerosi romanzieri e registi.

È stato tale storico personaggio ad ispirare la storia di Dracula il vampiro e il celebre film di Bram Stoker.

Si tratta sicuramente del romanzo gotico più noto circa la figura del principe Vlad, in cui il conte diventa il “non morto” assetato di sangue.

Il regista irlandese ha trasformato con l’ausilio della sua brillante fantasia, il famoso principe impalatore rumeno, il re della Valacchia Vlad III in un vampiro sanguinario.

Nel film, il conte Dracula, sebbene non ci sia mai un chiaro riferimento a Vlad, è presentato come un uomo d’affari astuto, gentile e intelligente, che affascinava le sue vittime e nascondeva la sua natura crudele e tormentata.